Dalla Grande Guerra agli “Indian Subaltern Studies”: provincializzare l’Europa tra mondi possibili, storie minori e subalternità di genere

  • Eugenio Zito Università di Napoli Federico II
Parole chiave: Prima guerra mondiale, dibattito postcoloniale, Indian Subaltern Studies, antropologia culturale, gender

Abstract

A partire dalla Grande Guerra, frattura del corso storico, spartiacque della cultura contemporanea e punto di avvio del processo di spostamento del centro del mondo, l’articolo riflette sull’attualità degli Indian Subaltern Studies. Nell’ambito del dibattito culturale postcoloniale, ci si sofferma sul contributo di Dipesh Chakrabarty per provare che lo schema eurocentrico e patriarcale di una storia universale originata in Europa, con il primato della sua modernità, deve dare spazio a voci subalterne emergenti dalle periferie del globo (Provincializzare l’Europa), con un’adeguata metodologia che le recuperi sul piano della ricostruzione storica e culturale. Si pone attenzione, poi, al lavoro della studiosa femminista Gayatri Chakravorty Spivak sulla subalternità di genere, questione originariamente trascurata dalla storiografia ufficiale indiana. Spivak individua nella letteratura un’utile fonte attraverso cui rendere la storia più aderente a ciò che è accaduto, al di là del fatto che i subalterni abbiano potuto esprimersi, e mostra, nel contesto indiano postcoloniale, come nella visione della donna, soggetto subalterno per eccellenza, si intreccino ancora diverse forme di minorità, da quelle etniche a quelle di casta, incorporandosi nella condizione di genere femminile. È il caso delle donne delle tribù del Bengala, alle quali, tuttavia, la scrittrice indiana Mahasweta Devi riesce a dare voce in modo significativo.

Downloads

Download data is not yet available.

Biografia dell'Autore

Eugenio Zito, Università di Napoli Federico II
Eugenio Zito, (e.zito@unina.it) PhD in Gender Studies, is clinical psychologist at the A.O.U. Federico II and adjunct professor at the University of Naples Federico II. He is interested in gender identity and chronic diseases in clinical settings and gender issues, on the psy-cho-anthropological side, in socio-cultural contexts. On these subjects he has re-searched and published essays and articles.
Pubblicato
2016-03-31
Come citare
Zito, E. (2016). Dalla Grande Guerra agli “Indian Subaltern Studies”: provincializzare l’Europa tra mondi possibili, storie minori e subalternità di genere. La Camera Blu. Rivista Di Studi Di Genere, (13). https://doi.org/10.6092/1827-9198/3900
Sezione
Femminismi postcoloniali e transnazionali