Tra discredito ed esotismo. Le partigiane jugoslave nella pubblicistica nazionalista italiana dopo la Seconda guerra mondiale

  • Francesco Maria Mengo Universitat Pompeu Fabra di Barcellona
Parole chiave: Partigiane, Discredito, Esotismo, Jugoslavia, Trieste

Abstract

L'articolo si propone di descrivere la creazione, dopo la fine della Seconda guerra mondiale, di un immaginario di discredito nei confronti delle partigiane dell'Esercito Popolare di Liberazione Jugoslavo da parte degli ambienti di produzione culturale nazionalisti italiani, i quali le rappresentarono sempre in termini razzisti e sessisti, in quanto esponenti attive e dotate di capacità decisionale di un'istituzione che considerava la donna soggetto attivo della vita politica, culturale e sociale. Istituzione che, inoltre, aveva una caratterizzazione culturale e politica vista come nemica da una pubblicistica spesso già vicina al fascismo. A tutto ciò si aggiungeva una intellegibile componente di dialettica di attrazione sessuale/repulsione sociale di stampo esotistico. Tra le fonti bibliografiche si analizzeranno Primavera a Trieste (Quarantotti Gambini, 1985), una delle prime opere a grande diffusione sulla questione triestina, e Fasti e nefasti della quarantena titina a Trieste (Holzer,1946). Tra le fonti emerografiche si osserveranno articoli del settimanale del CLN istriano in esilio a Trieste Il Grido dell'Istria e del quotidiano della sezione triestina della DC La Voce Libera.

Downloads

Download data is not yet available.

Biografia dell'Autore

Francesco Maria Mengo, Universitat Pompeu Fabra di Barcellona
Mengo Francesco Maria. Laureato all'Università degli Studi di Macerata, al momento è dottorando in Storia presso l'Universitat Pompeu Fabra di Barcellona, con una tesi sull'identificazione pluristratificata della minoranza italiana rimasta in Istria. È membro del GRENS (Grup de Recerca en Estats, Nacions i Sobiranies) della UPF e ha pubblicato nelle riviste Krypton e Diacronie. E-mail: francesco.m.mengo@gmail.com
MA at Università degli Studi di Macerata, at the moment he is a Ph.D. student at Universitat Pompeu Fabra in Barcelona, with a thesis on the pluristratified identification of the Italian minority that remained in Istria. He is a member of UPF's GRENS (Grup de Recerca en Estats, Nacions i Sobiranies) and published in reviews such as Krypton and Diacronie.
E-mail: francesco.m.mengo@gmail.com
Pubblicato
2016-12-26
Come citare
Mengo, F. (2016). Tra discredito ed esotismo. Le partigiane jugoslave nella pubblicistica nazionalista italiana dopo la Seconda guerra mondiale. La Camera Blu. Rivista Di Studi Di Genere, (15). https://doi.org/10.6092/1827-9198/4092