Sindaca o sindaco? Rappresentazioni di Virginia Raggi e Chiara Appendino sulla stampa italiana

  • Gilda Sensales Università Sapienza di Roma
  • Alessandra Areni Università Sapienza di Roma
  • Gabriele Di Cicco Università Sapienza di Roma
Parole chiave: Sessismo linguistico, comunicazione politica, , linguaggio e rappresentazioni sociali, agentività

Abstract

La ricerca è inquadrata nella tradizione delle rappresentazioni sociali, che assume l’uso strategico del linguaggio per mascherare i rapporti di potere. Abbiamo esplorato il linguaggio rilevando la presenza di specifici dispositivi linguistici nelle rappresentazioni delle due sindache pentastellate Chiara Appendino e Virginia Raggi nella stampa quotidiana italiana. L'attenzione è sull’agentività attribuita, citando le loro parole; sul linguaggio sessista o non sessista; sulla valenza (negativa, sarcastica, neutrale, positiva) del contesto d'uso di questo linguaggio e sulla sua caratterizzazione lessicografica rispetto alle due forme sessiste/non sessiste. Sono stati analizzati 810 titoli pubblicati da 10 quotidiani nei quattro mesi successivi l’elezione delle due sindache. Le elaborazioni sono state condotte con Spss e SPAD-T. In quest’ultimo caso si sono utilizzate due procedure: 1) Mots per l’esplorazione del vocabolario generale dei titoli, del discorso diretto, come segnale di agentività attribuita, dei marcatori di sessismo/non sessismo linguistico; 2) VOSPEC per l’analisi delle parole tipiche riferite alla valenza del contesto d’uso delle forme sessiste/non sessiste. I risultati mostrano la prevalenza di marcatori linguistici non sessisti e del contesto negativo e sarcastico, rispetto a quello positivo, maggiore per le forme non sessiste rispetto a quelle sessiste. In quest’ultimo caso i quotidiani utilizzano l'appropriata declinazione di genere in un’apparente “bonifica” del linguaggio che, tuttavia, supporta la routinizzazione del dominio maschile attraverso un contesto negativo, derisorio o sarcastico.

Downloads

Download data is not yet available.

Biografie

Gilda Sensales, Università Sapienza di Roma

Gilda Sensales: è professoressa associata di Psicologia sociale e Psicologia politica presso l'Università Sapienza di Roma. Il suo background teorico è di derivazione critica con particolare attenzione per la tradizione delle rappresentazioni sociali. La sua ricerca si concentra su comportamento e comunicazione politica, politica, linguaggio, sessismo e genere, storia della psicologia sociale e politica.

Alessandra Areni, Università Sapienza di Roma

Alessandra Areni è stata professoressa associata di Psicometria presso l'Università Sapienza di Roma. La sua attività scientifica è nel campo statistico-metodologico, sia in prospettiva teorica che applicata. Ha approfondito lo studio e l'applicazione delle metodologie relative all'elaborazione dei testi con alcuni software statistici innovativi e specifici, come il TALTAC e lo SPAD-T.

Gabriele Di Cicco, Università Sapienza di Roma

Gabriele Di Cicco: studente del corso di Dottorato in Psicologia Sociale dell’Università Sapienza di Roma. Interessato all'ambito statistico/psicometrico e attivo nel settore delle ricerche di mercato, con particolare interesse per Web e Social Media: information retrieval, data & text mining, network analysis.

Pubblicato
2019-12-10
Come citare
Sensales, G., Areni, A., & Di Cicco, G. (2019). Sindaca o sindaco? Rappresentazioni di Virginia Raggi e Chiara Appendino sulla stampa italiana. La Camera Blu. Rivista Di Studi Di Genere, (21). https://doi.org/10.6092/1827-9198/6667
Sezione
Laboratorio di ricerca