Mimi estatici. L’etica dei corpi in Judith Butler: dalla performatività del genere alla politica performativa dei corpi alleati.

  • Matilde Miriam Cavezza Università Federico II di Napoli
Parole chiave: femminismo, performatività corporea, sé ek-statico, riconoscimento post-hegeliano, vulnerabilità

Abstract

L'intervento s’incentra sulla corporeità nella riflessione di Judith Butler. Si osserva come tale nucleo tematico possa profilarsi, intersecato con la matrice idealistica hegeliana, divenga il motore propulsivo di un’etica che si dirami dai corpi, trasversale e militante. Dallo svisceramento dei nuclei problematici sul genere - su un corpo attraversata dalla differenziazione sessuale -, si giungerà a estendere il campo d’analisi al versante delle minoranze politiche. Questo slittamento graduale da un pensiero propriamente femminista a una riflessione politica con uno spettro d’incidenza più ampio, comporta una rilettura in chiave post-hegeliana della scena del riconoscimento: quest’ultimo diviene peculiarmente ek-statico, il contrassegno di un processo per cui l’io, immesso naturalmente nel consorzio sociale, è continuamente spossessato da se stesso: la struttura ek-statica risulta infine un modello pervasivo, endemico persino rispetto alla dimensione corporea. I corpi emergono, ne L’alleanza dei corpi, come enti segnati da una vulnerabilità costitutiva e quest’ultima, per chi scrive, non è altro che il dato ek-statico del sé traslato alla dimensione corporea dell’esistenza.

Downloads

Download data is not yet available.

Biografia dell'Autore

Matilde Miriam Cavezza, Università Federico II di Napoli

Matilde Miriam Cavezza ha conseguito la Laurea triennale in Lettere moderne presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”; ivi, ha poi conseguito la Laurea magistrale in Filosofia con votazione 110/110 cum laude, discutendo una tesi in Teorie etiche sulla filosofa femminista statunitense Judith Butler. È stata borsista presso l’Istituto degli Studi Filosofici (gennaio 2020).

Pubblicato
2020-06-20
Come citare
Cavezza, M. (2020). Mimi estatici. L’etica dei corpi in Judith Butler: dalla performatività del genere alla politica performativa dei corpi alleati. La Camera Blu. Rivista Di Studi Di Genere, (22). https://doi.org/10.6092/1827-9198/6738